Il Servizio di Formazione all’Autonomia (SFA) è un servizio sociale territoriale rivolto a persone con disabilità che, per le loro caratteristiche, non necessitano di servizi ad alta protezione, ma di interventi a supporto e sviluppo di abilità utili a creare consapevolezza, autodeterminazione, autostima e maggiori autonomie spendibili per il proprio futuro, nell’ambito del contesto familiare, sociale, professionale.

È caratterizzato dall’offerta di percorsi socio-educativi e socio-formativi individualizzati, determinati temporalmente e condivisi con la famiglia.
La finalità del servizio è favorire l’inclusione sociale della persona potenziando o sviluppando le sue autonomie personali. Il servizio contribuisce inoltre all’acquisizione di prerequisiti di autonomia utili all’inserimento professionale che dovrà avvenire in raccordo con i servizi deputati all’inserimento lavorativo.

Obiettivo del servizio è garantire progetti individualizzati che consentano alla persona di:
A) acquisire competenze sociali:

  • muoversi autonomamente sul territorio del proprio contesto di vita
  • organizzare il proprio tempo
  • avere cura di sé
  • intessere relazioni socialiB) acquisire/riacquisire il proprio ruolo nella famiglia o emanciparsi dalla famiglia attraverso
  • apprendimento/riapprendimento di abilità specifiche quali: cucinare, tenere in ordine la casa, organizzare tempi e spazi familiari
  • riconoscimento e rispetto delle regole familiari e socialiC) acquisire i prerequisiti per un inserimento/reinserimento lavorativo, attraverso:
  • potenziamento o sviluppo delle competenze cognitive
  • potenziamento delle abilità funzionali residue
  • riconoscimento e rispetto delle regole del mondo del lavoro

I DESTINATARI

Il servizio S.F.A. Spazio Fare si rivolge a persone con disabilità di entrambi i sessi, di: età compresa tra i 16 anni e i 35 anni,
età superiore ai 35 anni con esiti da trauma o da patologie invalidanti che, dimessi dal sistema sanitario o socio sanitario necessitino, per una loro inclusione sociale, di un percorso di acquisizione di ulteriori autonomie e abilità sociali.

Sono considerate caratteristiche fondamentali, al fine dell’inserimento presso il Servizio:
l’invalidità civile riconosciuta;
l’assenza di malattie psichiatriche o, se presenti, con un’adeguata compensazione farmacologia e psicoterapeutica;

l’assenza di dipendenza da sostanze;
l’assenza di disturbi comportamentali che richiedano trattamento sanitario obbligatorio o la necessità di servizi ad alta protezione.
La capacità ricettiva del Servizio non viene identificata con un numero di posti ma si basa sul numero massimo di progetti contemporaneamente attivi; la massima capacità progettuale dello S.F.A. Spazio Fare è definita in 35 progetti.

MODALITA’ DI ACCESSO

Per i cittadini di Milano la domanda per l’ammissione allo SFA deve essere presentata all’Ufficio Centri Diurni Socio Educativi del Comune di Milano.
Per i cittadini di altri Comuni l’inserimento avviene in accordo con i Servizi Sociali del Comune di residenza.
Per i cittadini che si rivolgono in forma privata a Spazio Vita Niguarda la domanda deve essere rivolta direttamente al Coordinatore del Servizio contattando il numero Tel. 02 6472490.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL SERVIZIO SFA OFFERTO DAL CENTRO SPAZIO VITA NGIUARDA SCARICA

LA CARTA DEI SERVIZI