‹ TORNA A

Musica d’insieme e strumento – BRT

Il progetto “musica d’insieme” è stato avviato nel 2016 grazie al contributo di BRT.

OBIETTIVI:

Il nuovo percorso musicale è stato organizzato in collaborzione con l’associazione AUS Niguarda Onlus che negli anni si è occupata di organizzare un laboratorio musicale all’interno del reparto di Unità Spinale ad integrazione del percorso di riabilitazione.

Il nuovo progetto ha voluto sperimentare un nuovo approccio e passare da una modello di “musico-terapia” legato ad una attività più di ascolto e lavoro individuale ad un percorso attivo di “musica d’insieme” in cui coniugare un percorso individuale di insegnamento pratico dello strumento ad un lavoro concertato di gruppo.

Da subito l’attività ha riscosso grande successo. La scelta dello strumento più idoneo è effettuata dai pazienti insieme ai docenti e ai terapisti affinchè l’attività possa inserirsi nel percorso più ampio di riabilitazione globale del paziente.

Il Corso di musica d’insieme è curato da musicisti professionisti e operatori nel settore delle nuove tecnologie ausiliarie in ambito musicale.

BENEFICIARI:

Gli incontri si rivolgono ai pazienti dell’Unità Spinale ed ex pazienti.

Implicazioni emotive e valore terapeutico:

L’attività musicale si presta come veicolo di espressione dell’emotività della persona in ogni circostanza della propria vita, sia che si partecipi attivamente alla sua realizzazione, sia che ci si limiti ad essere uditori. Il nostro laboratorio si pone l’obiettivo di consentire a tutte le persone con disabilità motorie di provare l’emozione di poter esprimere la propria creatività attraverso la partecipazione attiva ad un percorso di musica individuale e  d’insieme.

Oltre al beneficio psicologico, la nostra attività si pone come momento potenzialmente riabilitativo andando a coadiuvare il lavoro che gli utenti interni dell’Unità Spinale Unipolare svolgono con i propri terapisti, suonare infatti, aiuta a potenziare le capacità motorie, pertanto l’attività è organizzata anche grazie alla collaborazione dei terapisti dell’Unità Spinale di Nigurda.

ATTIVITA’:

Ognuno di questi “pomeriggi musicali” prevede una prima ora di lavoro individuale o comunque a piccoli gruppi con il proprio insegnante, nel quale saranno passate competenze tecniche sullo strumento e teoriche. La seconda ora prevede il coinvolgimento di tutti i partecipanti al corso, insegnanti compresi, in una vera e propria “prova di gruppo”, attraverso la quale ogni settimana si andrà a costruire un pezzo del repertorio di brani, al fine di ottenere nel corso di un anno un repertorio musicale di gruppo.

Grazie alla collaborazione con la scuola di musica CRAMS, il corso di musica può contare sulla tecnologia SoundBeam  che permette anche a persone con disabilità importanti di suonare e poter partecipare all’attività di gruppo.