‹ TORNA A

BASF 2019/20 corso – “Progettista di Domotica Assistiva”

Corso “Progettista di domotica Assistiva”

L’obiettivo del corso in “progettista di domotica assistiva” prima edizione in Italia – è formare una nuova figura professionale che sia in grado di progettare sistemi domotici rivolti a persone con disabilità o anziane, ossia integrare con i classici sistemi domotici delle interfacce idonee al controllo ambientale da parte di persone con limitazioni motorie e/o sensoriali.

Il corso si rivolge…

  • ad aziende del settore per l’aggiornamento professionale degli operatori, l’innovazione di prodotto e l’ampliamento dei servizi offerti
  • persone con disabilità e non, interessate ad inserirsi nel mondo del lavoro nell’ambito del settore domotico
  • agli enti territoriali con l’obiettivo di promuovere un approccio alla domotica maggiormente inclusivo

Perché un corso di “progettista di domotica assistiva”: una figura mancante all’interno del panorama della domotica applicata alla disabilità ed anzianità.

Il corso è stato pensato in risposta ad una esigenza specifica delle persone con disabilità, che ancora non trovava soluzione: la possibilità di controllare in autonomia il sistema domotico installato dai tecnici. 

Da qui una riflessione più ampia sul concetto di domotica, che ad oggi è intesa ancora come automazione, ma che dovrebbe invece essere riconsiderata nelle sue implicazioni, soprattutto rispetto all’accessibilità reale che offre e rispetto al target delle persone con disabilità ed anziane che paradossalmente viene ancora ignorato dalle aziende di domotica.

Questo ci ha spinto a lavorare direttamente sulla possibilità di offrire ed incrementare competenze specifiche nell’ambito delle interfacce uomo-macchina, rivolgendoci a professionisti che già lavorano nel settore, ma aprendo la possibilità di formazione anche a persone con disabilità che direttamente vivono il problema. La figura professionale proposta infatti sarà un “progettista”, non un installatore né un tecnico, ma una figura capace di interfacciarsi a 360° con diversi enti e figure professionali: ospedali/operatori sanitari, territorio/assistenti sociali, aziende/tecnici installatori, utente finale: persone con disabilità/fragilità (“progettista” una professione facilmente spendibile anche da persone con disabilità motoria che avrebbero difficoltà a svolgere lavori di installazione).

Il progettista acquisirà le competenze che gli permetteranno di interfacciarsi a 360° con diverse figure professionali: terapisti occupazionali, medici, assistenti sociali, tecnici installatori, questo perché il suo ruolo sarà quello di accompagnare la persona per tutto l’iter fino all’installazione dei dispositivi demotici con relativa interfaccia di comando. Il professionista sarà altresì in gradi di interfacciarsi con enti territoriali ed ospedalieri per favorire l’iter di richiesta contributi e prescrizioni.

Il corso quindi ha anche l’obiettivo di favorire l’inserimento lavorativo di persone con disabilità nel mondo del lavoro e promuovere un progetto di ampia portata che miri ad avere un forte impatto sociale e che trova la sua forza operativa nella partnership profit/no profit, un progetto virtuoso di “collaborazione strategica” che tiene conto delle esigenze sociali, quanto di quelle di mercato, una contaminazione proficua in cui tutti vincono: utilizzatore finale, società, azienda.

IL progetto è sostenuto da BASF Italia per l’annualità 2019/2020