‹ TORNA A

APERITIVO IN CONCERTO con Allegro Moderato – 18 maggio

IN MOSTRA

Graziano Bottan: Non mi considero un artista e non lo sono. Io coloro le mie giornate, mi piace dirla così, perché quando prendo pennelli e colori mi stacco da tutto quello che mi circonda, come fosse una via d’uscita e per me lo è.

Quello che realizzo trasmette un pensiero, un messaggio, un’emozione e nella mia vita acquista un grande significato. È come se il quadro mi volesse parlare e mi chiedesse di realizzarlo. La vita delle persone che rappresento, gli attimi rubati, i loro pensieri, mi toccano nel profondo e stimolano la mia creatività. Questo è ciò che vorrei dire con la mia arte. Nella vita ogni singolo attimo e prezioso e carico di significato.

L’ULTIMA NASCITA

Costanza Ferrini: l’esposizione in anteprima viene proposta allo Spazio Vita. Consta di tavole provenienti dal libro d’artista  “Il Libro degli olivi”  di Costanza Ferrini.

L’ultima nascita è il viaggio e le metamorfosi, nel corpo di Zeus, che ha inghiottito Metis incinta di Atena in forma di cicala. Dalle cellule nervose dell’intestino, il secondo cervello su su fino all’encefalo, attraverso il sistema nervoso in continue nascite, nascoste nel corpo. Una conoscenza del mondo attraverso l’oscurità fino all’ultima nascita, la più nota, visibile alla luce: Atena che fuoriesce dalla tempia di Zeus.

L’esposizione è pensata fruibile da seduti. Si snoderà lungo il perimetro della sala polifunzionale in modo tale da non impedire le usuali attività che vi si svolgono.

Costanza Ferrini (1964) Dal 2013 ha intrapreso una ricerca espressiva che coniuga il lavoro sulla terra alla scrittura e al disegno, sia su argilla che su carta. Non ha un suo studio fisso e ama spostarsi. Ha lavorato e lavora con artisti di altri paesi.