‹ TORNA A

Laboratorio di floricoltura e orticoltura

L’iniziativa, promossa da AUS Niguarda e sostenuta da Missione Sogni Onlus, è attiva, presso il Centro Spazio Vita, da febbraio 2016 ed offre ai pazienti ricoverati in Unità Spinale e alle persone con disabilità motoria presenti sul territorio, l’opportunità di usufruire di una nuova attività integrativa del percorso di riabilitazione globale: floricoltura e giardinaggio.

Agli incontri che si tengono ogni venerdi’ pomeriggio a partire dalle ore 14.30 possono partecipare persone con disabilitò loro famigliari o care giver.

Le parole che di seguito riportiamo, a cura di uno dei partecipanti, possono darci un’idea del valore che questa semplice attività può assumere per chi vi si dedica meglio di ogni altra citazione o riferimento scientifico.

Dire sono entusiasta dell’iniziativa di orticoltura che AUS Niguarda ha avviato quest’anno è dir poco. L’opportunità di avere uno spazio di lavoro a Villa Lonati è per me reale lusso, infatti le semenze scelte sono state piantate nelle magnifiche serre della Villa settecentesca antistante l’ospedale, sede del settore Verde e Agricoltura del Comune di Milano.

Lo stare in quella lussureggiante e inusuale flora è esperienza di notevole godimento. Si è creata con i compagni di lavoro una piacevole sintonia, è bello formare un gruppo e impegnarsi insieme per un comune intento, ancor più in quest’occasione, dove l’impegno e il fine sono di far nascere natura. Il rapporto con le piante ha per me un effetto rilassante e riconciliante, credo che prendersi cura di loro mi abbia aiutato a responsabilizzarmi, che poi essere responsabile di un’altra vita e apprezzarla, gratifica e giova all’autostima.

Magari ancor più per una persona ricoverata in unità spinale, che si trova in un momento di particolare dipendenza, ciò vale.Trovo giardinaggio e orticoltura, se ben eseguiti, un ottimo esercizio per il corpo, sono attività capaci di aiutare l’armonia integrale della persona, anche perché bisogna relazionarsi con l’ambiente, comprenderne i bisogni, rendersi consapevoli della diversità e complessità che è valore del vivere e della convivenza. Spero nell’implementazione di giardinaggio e orticoltura come pratiche riabilitative. Parte delle piante cresciute son state portate a casa e parte sono state interrate in alcuni spazi (che ora sono luoghi) dell’unità spinale. Tanto bello è vedere che le tue energie e le energie di chi lavora con te, si concretizzano in nuova vita, che abbellisce e migliora l’ambiente, e così, anch’io mi sento un pochino migliore. Un grande Grazie ad AUS e Spazio Vita!Paolo

Le attività del gruppo si sono svolte durante il periodo invernale e primaverile nello spazio che il Comune ha messo a disposizione presso le serre di Villa Lonati, vicine all’Ospedale Niguarda.

La realizzazione del nuovo Centro polifunzionale Spazio Vita Niguarda e degli spazi verdi antistanti hanno poi consentito la messa a dimora di quanto seminato in serra e il proseguimento del lavoro in un’area dedicata di cui il gruppo si prende cura.

Alle attività in sede si sono affiancate visite ad alcune significative realtà, come l’Orto Botanico di Lambrate e la Scuola Agraria di Fondazione Minoprio.

La positiva esperienza sin qui condotta ci ha portato ad auspicare un potenziamento delle iniziative proposte, in cui trovano spazio, accanto alle visite guidate per vedere altri progetti attivi sul territorio cittadino e non solo, incontri e workshop con esperti su temi collegati, quali sana alimentazione, ricerca di utili consigli e curiosità, per finire con la proiezione di film sull’argomento da vedere insieme.

L’attività è resa possibile grazie  al contributo, alla partecipazione e all’entusiasmo di  tanti che hanno creduto nel progetto.

Vi aspettiamo, anche solo per una tazza di tè in giardino!

Per informazioni: segreteria Spazio Vita Niguarda Tel. 02 6472490 – segreteria@spaziovitaniguarda.com